aumentare vendite caffè

Come aumentare le vendite del tuo negozio di caffè

Consigli per tutti i proprietari di negozi specializzati di caffè, negozi di cialde e capsule e botteghe del caffè.

Questo articolo nasce per tutti coloro che gestiscono o sono proprietari di un negozio di cialde e capsule di caffè, o per chi è intenzionato ad aprirne uno.

Nelle consulenze che settimanalmente faccio, a volte mi trovo a illustrare e spiegare tutti gli strumenti che noi “commercianti di caffè” (e non solo di caffè) abbiamo a disposizione – dalla pubblicità sui social ai prodotti esclusivi di caffè, dalle assistenze ai comodati… – e che troppo spesso trascuriamo. Ecco perché in questo articolo ho voluto riassumere tutti i consigli fondamentali da seguire se hai una bottega del caffè.

1.  Tessera punti e tessera fedeltà

La tessera punti che tutti conosciamo, secondo me, è uno strumento fondamentale per il commerciante. Ma cosa significa mettere a disposizione una tessera del genere? In cosa consiste questo strumento? E’ un semplice cartoncino dove appuntare gli acquisti con i famosi timbrini e regalare una scatola di caffè in omaggio quando il fidelity cardcliente ha riempito tutti gli spazi?

La tessera punti, in realtà, è uno strumento molto più complesso e ricco: ci permette di avere un contatto col cliente, conoscerlo, raccogliere dati: possiamo sapere il suo nome, che tipo di macchina ha, il suo cellulare (da sfruttare per una comunicazione efficace).

La tessera punti, inoltre, va associata a un gestionale al computer che ci permette di riconoscere il cliente e gestire un’anagrafica, e deve essere sfruttata per fornire comunicazioni personalizzate. Tutti coloro che acquistano caffè hanno piacere nel sapere che sulle cialde o capsule che utilizza di solito è in corso una promozione. Al contrario, tutti troviamo fastidioso ricevere quei messaggi standardizzati su promozioni che non ci interessano.

Ma come si crea una tessera fedeltà?

Online ci sono alcuni strumenti gratuiti e tante guide su come fare… ovviamente si perde un po’ di tempo a capire gli strumenti giusti e le tecniche giuste… Chi ha bisogno di un aiuto professionale, può contattarmi per una consulenza: io utilizzo software molto economici e sono pronto a condividere il mio metodo, e come creo e utilizzo la tessera fedeltà per i miei punti vendita e per i clienti che seguo con le consulenze.

2.  Caffè in esclusiva

Le esclusive sono tali, non ci sono vie di mezzo. In che senso? Avere l’esclusiva di un brand nella tua città, significa che quel brand di caffè deve essere disponibile esclusivamente nel tuo negozio. Se quel brand è disponibile anche in un altro negozio – nonostante sia uno solo – questa non è un’esclusiva.

Avere un brand in esclusiva significa trovare una torrefazione che ci fornisce il caffè e che ci assicura che non lo metterà a disposizione dei nostri concorrenti.

Uno dei principi fondamentali del marketing è quello che sottolinea l’importanza di fidelizzare i clienti attorno a un prodotto buono. Se vendiamo solo Borbone, Lollo, e brand commerciali, il cliente che ha comprato da noi oggi, domani comprerà da Amazon, da un altro commerciante, da un altro e-commerce… Se invece il nostro cliente è affezionato al brand che noi offriamo in esclusiva, non sarà interessato, per esempio, alle offerte di Borbone su Amazon ma sarà “costretto” e contento a tornare da noi per prendere il suo caffè preferito.

3.  Assistenza

assistenza macchine caffèOffrire assistenza alle macchine di caffè nel proprio esercizio non è facile: si devono avere determinate conoscenze, la mole di lavoro aumenta e diventa più complessa, e si possono avere alcune difficoltà.

E’ uno sforzo che, però, il commerciante deve fare. Non offrire assistenza equivale a offrire lo stesso servizio di Amazon. Dobbiamo invece fare la differenza rispetto ai concorrenti. Se non offri assistenza, i clienti dovranno rivolgersi a un tuo concorrente. Una volta che si sono rivolti altrove, c’è il rischio di perdere quei clienti.

L’assistenza che possiamo offrire si rivolge principalmente alle macchine a cialde, perchè quelle a capsule – per esempio Lavazza o Nespresso – fanno tutte riferimento alle case madre.

E se non siamo in grado di fare assistenza sulle macchinette? Si impara! Nelle mie consulenze mi sono trovato spessissimo a insegnare ai commercianti come fare assistenza, risolvere i difetti più comuni delle macchine, e anche a risolvere problemi più gravi. Tutti possono imparare ad aggiustare le macchine a cialde, non c’è bisogno di essere scienziati delle macchinette!

4.  Comodato

comodato caffèIl comodato per privati sta scomparendo. Il mercato è cambiato: il caffè in cialde e capsule costa molto poco, per cui al commerciante non conviene più omaggiare la macchina.

Uno stratagemma utilizzato da alcuni commercianti è quello di offrire macchine in comodato e poi costringere il cliente ad acquistare un determinato tipo di caffè facendoglielo pagare molto di più. Io sconsiglio questa che chiamo “furbata”: è difficile che i clienti ci caschino al giorno d’oggi, e quelli che lo fanno e poi si accorgono di essere stati un po’ presi in giro faranno perdere credibilità al tuo negozio.

Il comodato però non è morto. Si può offrire il comodato per determinate situazioni. Per esempio, all’interno di un ufficio – dove i caffè che si consumano quotidianamente sono molti – ma anche per occasioni come banchetti, feste, eventi… In questo caso è importante poter offrire una macchina in prestito per quell’occasione.

Dobbiamo quindi avere delle macchine da poter prestare e dare in comodato, anche semi professionali, perchè per il commerciante sono fonti di guadagno. Sembra effettivamente un po’ complicato trovare le macchine giuste, con i sistemi di blocco per evitare che i nostri clienti prendano la macchina a gratis da noi e poi comprino le cialde sul web ma come sempre fornisco il supporto per sviluppare senza difficolta questo business. Se si viene guidati e assistiti si riesce ad avviarlo velocemente e pensare solo ai clienti a cui proporlo che è la cosa più importante per fatturare che poi è l’obiettivo di ogni imprenditore.

5.  Comunicazione sui social

Per comunicazione intendo: avere delle offerte che si rinnovano di mese in mese e saperle comunicare sulle pagine social.

Bisogna però investire anche su questo aspetto, altrimenti, coloro che vedranno i tuoi messaggi, le tue informazioni, e le tue promozioni, saranno solo gli utenti che già seguono la tua pagina. Investire in advertising online è invece importante perché ci permette di farci conoscere anche a nuovi utenti e di acquisire così nuovi clienti.

Il vantaggio della pubblicità online è che l’investimento iniziale richiesto è davvero basso. Con un piccolo investimento possiamo fare sì che persone che vivono attorno al nostro negozio, ma che ancora non conoscono la nostra realtà, vengano a conoscenza sia del nostro punto vendita sia delle promozioni e delle offerte che ci sono in corso.

La minaccia più importante per i piccoli commercianti – come me e come voi – è tutto il mondo online. Se noi non sfruttiamo questi strumenti e allarghiamo l’offerta di servizi che mettiamo a disposizione del cliente, perderemo la lotta: la concorrenza con i grandi e-commerce è impari rispetto alle piccole realtà, se non sfruttiamo tutto quello che abbiamo a disposizione non riusciremo a crescere.

Nelle mie consulenze, ho seguito piccoli commercianti nella loro crescita. Dalla prima consulenza agli aggiornamenti mensili, ho potuto vedere e toccare con mano le cose che hanno funzionato e mettere da parte ciò che era superfluo. Il mio punto di vista è quello del piccolo commerciante stesso, perchè lo sono anche io! Non sono uno che si occupa di marketing online, o un freddo consulente: sono uno che tutti i giorni gestisce il proprio negozio, i propri clienti, e che – in più – ha lavorato anche con altre realtà che sono cresciute nel tempo.

Nelle mie consulenze propongo anche un monitoraggio dei risultati: trovo che sia importantissimo per capire quali strategie funzionano e quali funzionano meglio, e dove – invece – c’è bisogno di migliorare. Per questo posso effettuare sia consulenze una tantum sia su skype che di persona, sia pacchetti costruiti ad hoc per mettere in piedi una iniziativa alla volta ed andarne a monitorare i risultati nel tempo cosi da crescere insieme.

Se siete interessati a iniziare un percorso insieme, vi invito a contattarmi !

Posted in Blog.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.