recensione inissia

Recensione Nespresso Inissia, la regina delle macchine a capsule! è la migliore?

La Nespresso Inissia non è una novità, anzi. E’ una macchina in commercio da oltre 7 anni e questo fa sì che sia la macchina attualmente più diffusa in Italia!

Possiamo quindi dire che sia la migliore visto che a distanza di così tanti anni è ancora la macchina più venduta anche su Amazon, a dispetto di tante altre concorrenti anche molto più moderne?

La confezione Nespresso è caratterizzata dal solito cofanetto assaggio con 16 miscele diverse Nespresso original che ci daranno la possibilità di iniziare a provare la macchina.

Le capsule originali nespresso costano tra i 40 cent e i 60 cent circa a seconda della miscela che si sceglie e delle edizioni limitate che Nespresso continuamente inventa.

Oltre al cofanetto troviamo ovviamente la macchina Inissia, il libretto delle istruzioni, e un coupon da spendere sul sito ufficiale Nespresso.

inissiaLa Inissia è larga 12 cm, profonda 31.5 cm e alta 23 cm, pesa solo 2,4 kg ed ha un cavo di alimentazione abbastanza corto, 70 cm. Il serbatoio è da 800 ml, in realtà non comodissimo da estrarre ma facilmente riempibile dall’alto senza rimuoverlo.

Possiamo definirla sicuramente una macchina compatta e leggera ma ha un buon feeling tattile a dimostrazione di una buona qualità a dispetto del prezzo basso. Per darvi una idea, nonostante il prezzo simile, il feeling che da la Inissia rispetto ad una Lavazza a Modo mio Tiny è di una qualità decisamente migliore.

Attualmente la Inissia è prodotta nei colori più classici, bianco, panna, nero e rosso mentre in passato era prodotta anche in colori più sgargianti. Talvolta si trova in bundle con l’Aeroccino, un montalatte prodotto da Nespresso.

La pompa è la classica da 19 bar che caratterizza tutte le macchine Nespresso. Come dico sempre la potenza della pompa non è sinonimo della bontà della macchina ma semplicemente la potenza necessaria per l’estrazione per quel tipo di macchina e sistema di capsule.

La Inissia è dotata del solito sistema Nespresso già visto nella recensione della Essenza Mini dell’inserimento della capsula dall’alto, semplicemente facendola cadere senza premerla o spingerla. Chiudendo la leva si blocca la capsula e si è pronti ad erogare.

Dopo l’erogazione la leva va aperta così che la capsula cada nel contenitore raccoglitore da circa 10 capsule che però consiglio di non tenere pieno altrimenti si rischia di far incastrare le capsule dopo l’erogazione.

Imporante anche rimuovere dopo ogni erogazione la capsula esausta perchè altrimenti la guarnizione rischia di rovinarsi velocemente.

L’assorbimento energetico è di 1260w che consente una accensione della macchina molto veloce, inferiore ai 30 secondi. L’autospegnimento è configurato a 9 minuti di inattività, non modificabile. E’ vero però che con una tempistica di accensione così veloce, la macchina diventa sempre pronta con pochissimo tempo, giusto il tempo di prendere un bicchierino ed aprire una capsula dal blister.

Devo dire che la macchina è particolarmente rumorosa. Lo segnalo perchè tanti di voi me lo chiedono sotto i miei video del canale youtube. Farò un video dedicato alla rumorosità delle capsule.

La temperatura di estrazione del primo caffè partendo da macchina fredda è di 58 gradi, mentre l’erogazione seguente a macchina già calda è stata di 62 gradi, valori non molto alti soprattutto per chi ama il caffè particolarmente bollente.

Parlando del funzionamento premendo un tasto qualsiasi dei due, la macchina si accende. Premendoli contemporaneamente la macchina viene spenta. 

Ci sono anche modalità “speciali” come la modalità decalcificazione che si attiva accendendo la macchina tenendo premuti entrambi i tasti. A questo punto la Inissia inizierà una erogazione continua di tutta l’acqua presente nel serbatoio. Ovviamente dovremmo aver inserito prima nel serbatoio una soluzione decalcificante come quella che vi consiglio e a cui vi rimando tramite questo link.

Su come si decalcifica una macchina vi rimando al video dedicato, vi consiglio di farla molto più spesso di quanto Nespresso suggerisce nel manuale della Inissia dove indica una volta l’anno con decalcificante del loro marchio. 

Credo sia consigliato un buon decalcificante come quello che vi ho suggerito poco sopra e soprattutto di farla più spesso, sempre ricordando di non usare acqua del rubinetto per la vostra Inissia, ma sempre acqua in bottiglia o addolcita tramite una caraffa filtrante o un filtro.

La Inissia è dotata di un tasto di erogazione caffè corto, preimpostato per una estrazione da 40 ml e un tasto per una erogazione di caffè lungo preimpostato per una tazza da 110 ml.

Questi due tasti sono configurabili semplicemente erogando una caffè tenendo premuto il tasto e rilasciandolo al momento del raggiungimento della giusta lunghezza desiderata. Il tasto lampeggerà velocemente ad indicare di aver memorizzato la lunghezza da noi preferita.

Da macchina spenta e premendo per 3 secondi il tasto caffè lungo la macchina tornerà alle impostazioni di fabbrica e i tasti quindi saranno impostati a lunghezza di 40ml per il corto e 110ml per il lungo.

Funzione molto comoda di Nespresso Inissia è la possibilità di toccare due volte il tasto dell’erogazione caffè e la macchina in automatico si accenderà ed appena pronta erogherà il caffè da sola. Potremo quindi semplicemente inserendo la capsula e premendo due volte un tasto, dare un comando che ci permetterà di allontanarci e tornare dopo neanche un minuto e trovare la nostra tazza di caffè pronta con la lunghezza desiderata.

Molto comodo al mattino quando si è assonnati 🙂

La Inissia non è una macchina facile da pulire purtroppo: io consiglio la solita decalcificazione e poi una pulizia approfondita aprendo la leva e lavorando con uno spazzolino da denti (possibilmente nuovo e pulito) all’interno del gruppo pressa capsula, dove troverete tanti residui di caffè e purtroppo anche residui di alluminio delle membrane bucate delle capsule utilizzate in precedenza… purtroppo senza accorgercene berremo anche questo purtroppo, se non facciamo una pulizia attenta e costante, cosa che però è un pò difficile da fare in questa Nespresso Inissia che non ha componenti smontabili se non il raccoglitore acque grigie e il contenitore di capsule esauste.

Questa macchina è pensata per il caffè espresso all’italiana, Nespresso ha brevettato un sistema che con soli 5g /5,5 g a seconda del torrefattore, riesce a estrarre in tazza un ottimo caffè con tanta crema, pur non rispettando la dose di 7g dell’espresso all’italiana.

La capsula piccola e il beccuccio di erogazione condiviso con le erogazioni di caffè rendono questa macchina quasi inutilizzabile con bevande diverse. Si riescono a produrre piccole tazzine di caffè di bevande (non si riescono ad ottenere erogazioni più lunghe data la piccola capacità della capsula) e inoltre il gusto delle bevande saprà sempre un pò di caffè dovuto appunto alla macchina che non è totalmente lavabile.

Tra i contro quindi trovo il sistema di sgancio del serbatoio, il raccoglitore acque grigie piccolo e difficile da comprendere quando pieno. Forse però il difetto più grande è la difficoltà nel fare una pulizia approfondita, e questo porta a ingerire e trovare nel caffè residui vari (certo parliamo di minime quantità) ma comunque la pulizia per me resta un qualcosa di determinante e a cui dare il giusto valore.

Tra i pro di questa macchina troviamo sicuramente il prezzo, che oscilla tra i 49 euro nelle offerte sottocosto, ai 69/79 euro standard che si trovano facilmente in giro.

Per questo prezzo contenuto la qualità della macchina è buona (certo non è facilmente riparabile ma a questo prezzo la si ri acquista senza troppe difficoltà). Con poco quindi ci si porta a casa una Inissia che per dimensioni, robustezza e soprattutto estrazione di caffè è una ottima macchina.

Pur avendo capsule molto piccole da soli 5g di caffè il risultato in tazzina è ottimo, vengono caffè con tanto corpo e tanta crema che possiamo definire tranquillamente degli ottimi Espresso all’italiana! Inoltre sul mercato c’è una quantità enorme di caffè compatibili Nespresso con cui si possono sperimentare nuove miscele a costi più che accettabili.

Nel complesso quindi mi sento di consigliarla senza problemi e di confrontarla con le altre recensioni che trovate sul mio blog e sul mio canale youtube!

Risponderò volentieri ai commenti che mi lascerete qui sotto!

un saluto e alla prossima!

Claudio

Posted in Blog.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.