Capsule caffè compostabili biodegradabili

Cialde e capsule compostabili: la svolta green della pausa caffè

Perché usare cialde e capsule compostabili per la tua prossima pausa caffè è la scelta migliore che tu possa fare per l’ambiente.

Lo sappiamo: la pausa caffè rappresenta un rituale irrinunciabile per milioni di persone. Un rituale che nel corso del tempo si è raffinato, spingendo la maggior parte di noi a pensionare le classiche caffettiere per sostituirle con macchine da caffè espresso le quali offrono un’esperienza di gusto del tutto nuova e, diciamolo, molto più appagante.

Questa evoluzione del modo in cui ci rapportiamo alla nostra tazza di caffè quotidiana ha però dei costi.

Sei consapevole dell’impatto che ha sull’ambiente quella singola tazzina di caffè che ti concedi ogni giorno?

Secondo i dati di Life_Pla4Coffe, ogni anno nel mondo vengono vendute oltre 10 miliardi di capsule. In totale, parliamo di qualcosa come 120 mila tonnellate di rifiuti prodotti all’anno.

E sai quanto impiega una capsula per il caffè a degradarsi completamente? Più o meno 500 anni. Hai capito bene: occorre anche mezzo millennio perché quella singola capsula di plastica e alluminio si deteriori.

È arrivato il momento di cambiare abitudini.Capsule caffè compostabili

Tranquillo, non ti sto suggerendo di rinunciare al caffè, ma di operare una scelta consapevole la prossima volta che ti troverai a corto di cialde o capsule per la tua amata macchina da espresso. Come? Scegliendo cialde e capsule compostabili.

Ormai quasi tutti i marchi di caffè offrono cialde compostabili, ovvero miscele di caffè pressato confezionate tra due dischi di carta.

Già molto comoda quando si tratta di prepararsi un buon caffè, la cialda compostabile lo è ora anche nello smaltimento. Una volta usata, infatti, puoi gettarla tranquillamente nell’organico – o nella compostiera se ne possiedi una – e il gioco è tranquillamente fatto.

Tra i primi a proporre cialde compostabili troviamo Caffè Borbone con le E.S.E. da 44 mm come la Miscela rossa, dal sapore corposo e la texture cremosa.

Ed è notizia di pochi mesi fa il lancio sul mercato, sempre da parte di Caffè Borbone, della loro prima capsula compostabile e compatibile con la Lavazza A Modo Mio.

Magari a questo punto ti starai chiedendo che differenza c’è tra una capsula biodegradabile e una compostabile.

La differenza sta tutta nel tempo di smaltimento e nei residui che le capsule si lasciano dietro una volta decomposte: in base alla normativa europea EN13432 un prodotto è biodegradabile se si decompone del 90% in almeno sei mesi.

Al contrario, una capsula compostabile si decompone entro tre mesi, lasciandosi dietro residui inferiori ai 2 mm che non sono dannosi per l’ambiente.

Le capsule per il caffè compostabili sono realizzate con plastiche che non derivano da fonti fossili ma da polimeri di origine vegetale.

Ne sono un esempio le capsule Vergnano Èspresso 1882, capsule compostabili e compatibili Nespresso. Le compostabili Espresso 1882 sono disponibili in otto miscele che vanno dall’intenso al decaffeinato, passando per il gusto avvolgente di Èspresso cremoso. Compostabili sono pure le capsule Vergnano compatibili con Lavazza A Modo Mio, disponibili in cinque varianti.

Se invece possiedi una Nescafé Dolcegusto potresti ricorrere al kit predisposto dall’azienda WayCap.

Si trovano anche per Nespresso. In questo caso non si parla di capsule compostabili, bensì di una coppia di capsule riutilizzabili in acciaio inossidabile e tappo in silicone. Mentre per il prossimo Marzo l’azienda Madreterra Caffè ha previsto il lancio delle sue capsule compostabili e compatibili dolcegusto.

Questi sono solo alcuni esempi per rendere sostenibili per l’ambiente e sono solo alcuni dei produttori che hanno già spostato le capsule riciclabili.

Le piccole torrefazioni ancora non si possono permettere a causa dei loro volumi le capsule biodegradabili ma sono sicuro che con il tempo e l’abbassamento dei costi, tutti arriveranno a questa scelta.

In attesa, la cialda Ese di carta, in cui ricordiamo non è presente neanche la colla ma viene “accoppiata” per pressione, la vecchia e cara cialda, per ecologia e anche per gusto (riesce a contenere tra i 7g e gli 8g di caffè, rimane la scelta più facile per un ottimo caffè a impatto ambientale pari a 0.

Ti rimando alla pagina dove puoi trovare le cialde di caffè sia di 99 Caffè sia degli altri marchi principali da noi selezionati.

Allora, sei pronto a dare una svolta green alla tua prossima pausa caffè?

Posted in Blog.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.